In richiamo all’articolo appena postato, ripropongo l’infografica sul contenuto di vitamina D in diversi alimenti. Ricordate che anche l’esposizione al sole è importantissima per la sintesi di vitamina D, per cui aiutiamoci a tavola ma non facciamoci mancare anche di stare un’oretta al giorno all’aria aperta. Buona giornata 😊 ... Guarda di piùMostra meno

Guarda su Facebook

Da oggi è disponibile anche l'opportunità di effettuare visite online attraverso videochiamata whatsapp. Per info sulla procedura da seguire, su appuntamenti e costi, contattatemi tramite messaggio privato o telefonicamente al numero 3495617159 😊 ... Guarda di piùMostra meno

Guarda su Facebook

Il cibo che unisce i popoli...Qualche tempo fa ho scoperto che questo piatto tipico della tradizione contadina del cicolano, entroterra laziale (chiamato in dialetto pizza sfogliata o pizza rentorta o pizza abbotecchiata, a seconda del paesino in cui ci si trova), viene fatto anche in paesi quali, Serbia, Montenegro, Albania e Turchia e lì prende il nome di Börek. Dalle ricette che si trovano in rete, le differenze tra i due piatti sono nella composizione della sfoglia (nel börek si utilizza solo acqua e farina mentre nell’impasto nostrano si utilizzano uova e farina) e nella carne utilizzata per il ripieno (nei paesi a religione musulmana non viene utilizzata carne di maiale). Ho cercato di reperire qualche informazione storica sulle origini di questa pietanza ma non ho trovato un granché...saranno state le tradizioni culinarie dell’impero Turco-ottomano ad essere apprese dai nostri avi o l’esatto opposto? Resta ancora da scoprire...
Nel caso in cui vogliate provare la versione italiana, vi lascio qui la ricetta (ottimo piatto unico da mangiare appena sfornato!)

Impasto per la sfoglia:
- 1 uovo ogni 100 g di farina
- sale q.b.
- Olio q.b.
Amalgamate gli ingredienti fino ad ottenere un composto morbido, liscio ed elastico che non si attacchi alle mani.
Lasciarlo riposare per 30 min coperto affinché la superficie non si secchi. Dunque procedere a stenderlo con l’aiuto del matterello fino ad ottenere una sfoglia sottile (questo passaggio può essere effettuato anche con la macchinetta per stendere la sfoglia; basterà suddividere l’impasto in panetti di uguale peso e procedere a stenderli singolarmente e successivamente unirli per formare una sfoglia unica). Una volta stesa la pasta, procedere alla farcitura.
Varianti ripieno:
- verdura di stagione ripassata in padella
- Salsiccia
- Mozzarella o formaggio primo sale
Oppure
- salsiccia
- Mozzarella
Ungere la sfoglia con un po’ di olio.
Disporre il ripieno sulla sfoglia cercando di creare uno strato omogeneo. Quindi arrotolare la sfoglia su se stessa fino ad ottenere un rotolo che infine dovrà essere attorcigliato fino a creare una chiocciola.
Porre il composto in una teglia da forno precedentemente unta. Mettere in forno a 180 gradi centigradi per 45/50 minuti.
... Guarda di piùMostra meno

Guarda su Facebook

Spuntino post allenamento per me 😋: 150 g di yogurt greco,
1/2 banana,
1 quadratino di cioccolato fondente al 90%.
Post workout snack:
150 g Greek yogurt,
1/2 banana,
Small piece of 90% dark chocolate,
.
.
#postworkoutsnack #healtysnack #healtyfood #healtylifestyle #nutritionanddietetics #nutritionandsports #mediterraneandiet #mediterraneanfood #staystrong
... Guarda di piùMostra meno

Guarda su Facebook

Post workout meal 🥗 insalata iceberg, carote, salmone fresco, avocado e succo di lime. Ho aggiunta che un cucchiaino di semi di lino, chia e sesamo. Buon pranzo a tutti e buon inizio Settembre! 😊#postworkoutmeal #healthyfood #healthylifestyle #greensalad #mangiaresano #mangiarebene #mangiarecongusto #nutrizionesana #nutrizionesana #nutrizioneconsapevole ... Guarda di piùMostra meno

Guarda su Facebook

Soddisfazioni lavorative...😉#nutrizionesana #nutrizionista #mangiaresano #dietamediterranea #mangiarebene #sportdiet #fitnesslifestyle ... Guarda di piùMostra meno

Guarda su Facebook

Buongiorno! 😊 Dopo un po’ di giorni di stacco per poter organizzare il rientro a lavoro, ecco qui per voi un articolo interessante, sulle proprietà benefiche del tè. Con l’aumento delle temperature è importante idratarsi: oltre l’acqua utilizziamo anche questa bevanda...rigorosamente fatta in casa! Buona lettura 😉 ... Guarda di piùMostra meno

Guarda su Facebook

18. 👉Tenersi in movimento👈

Poniamoci degli obiettivi di allenamento non troppo elevati. Prediligere esercizi che siano fattibili in qualsiasi momento e che non richiedano attrezzature particolari.

#iorestoacasa #attivitàfisica #COVID19
... Guarda di piùMostra meno

Guarda su Facebook

17. 👉Mantenere il proprio peso👈

Abbiamo raggiunto l’obiettivo? Ora dobbiamo mantenerlo evitando le oscillazioni del peso (sindrome dello yoyo). Un lieve soprappeso costante è meglio delle fluttuazioni periodiche legate, ad esempio, alla prova costume.

#iorestoacasa #effettoyoyo #covid19
... Guarda di piùMostra meno

Guarda su Facebook

16. 👉 Porsi degli obiettivi raggiungibili👈

Se si vuole perdere peso non si può pensare di farlo in poco tempo. Il dimagrimento eccessivo e rapido è nocivo per la salute, quanto l’essere in sovrappeso. Si può riuscire a dimagrire pur mangiando. Ricordiamoci che il termine “dieta”, deriva dal termine greco díaita che significa “modo di vivere”, quindi non dovremmo limitarci a controllare le calorie assunte con i pasti, ma anche non eccedere con le proibizioni per non trasformare il nostro “modo di vivere” in un supplizio che ci autoinfliggiamo. Prendiamola come una sfida con se stessi per migliorare il proprio benessere!

#iorestoacasa #obiettivi #covid19
... Guarda di piùMostra meno

Guarda su Facebook

15. 👉La semplicità vince e appaga anche la linea👈

Prediligere cotture semplici come quella al vapore, alla griglia (controllando che il cibo non si carbonizzi in superficie), al forno, evitando fritture, intingoli e sughetti.

#iorestoacasa #tipidicottura #COVID19
... Guarda di piùMostra meno

Guarda su Facebook

14. 👉Siate mono-proteici👈

Scegliete un solo tipo di proteine a pasto: no agli abbinamenti come formaggio e prosciutto, carne e pesce, oppure il classico stuzzichino post portata (assaggino di salumi o formaggi). Mettete in tavola solo ciò che si dovrà mangiare: sarà più facile rinunciarvi (occhio non vede cuore non duole)!

#iorestoacasa #proteine #COVID19
... Guarda di piùMostra meno

Guarda su Facebook
Guarda su Facebook

13. 👉Sì ad una dieta ricca e variegata👈

Variare cibi e ricette, in questa pagina potrete trovare alcuni suggerimenti culinari: scorrete con il cursore verso il basso oppure digitate nella barra di ricerca della pagina stessa, una parola chiave, vi rimanderà alle ricette qui presenti.

#iorestoacasa #dietavaria #COVID19
... Guarda di piùMostra meno

Guarda su Facebook

Scoperto l’ormone dello sport: si chiama irisina e aiuta a dimagrire
Alcuni ricercatori americano hanno appurato l’esistenza nell’uomo di una molecola in grado di , accelerare il metabolismo e aiutare a bruciare i grassi e influenzare positivamente il sistema cardiovascolare

La sostanza era stata scoperta nel 2012 nei topi, ma dopo gli entusiasmi iniziali era stata archiviata come un falso mito perché le analisi utilizzate per misurarla nell’uomo fallivano sistematicamente. Ma ora è arrivato il momento del riscatto e quella che è stata chiamata ‘irisina’ torna ad assumere carattere scientifico come ormone dello sport collegato ai benefici dell’esercizio fisico sul metabolismo e sul sistema cardiovascolare, prodotto com’è dai muscoli quando sono in movimento.

fredrikclement

A decretare la sua reviviscenza è stato un gruppo di scienziati di Harvard grazie ad uno studio pubblicato su Cell Press con cui ha verificato che l’irisina esiste per davvero e potrebbe essere anche dosato nel sangue come descritto in un protocollo ancora tutto da perfezionare.

“Il nostro studio conferma definitivamente il fatto che l’Irisina circola nel sangue degli esseri umani” ha spiegato Bruce M. Spiegelman, il professore che ha guidato la ricerca, e il risultato è che l’ormone aumenta con l’esercizio fisico. Per effettuare gli esperimenti, si è utilizzata una tecnica chiamata “spettrometria di massa” con lo scopo di rilevare il Segnale Ata come indice per la produzione dell’irisina, mentre in precedenza veniva ricercato il Segnale Atg, non reperibile nell’essere umano. Cambiando metodo di ricerca, quindi, gli scienziati sono riusciti ad evidenziare la presenza dell’ormone in 10 pazienti di 25 anni.

L’esperimento condotto dai ricercatori americani è consistito nel far praticare a 6 ragazzi 3 ore a settimana di attività fisica e per tre mesi. Al contrario, agli altri 4 volontari è stato chiesto di condurre una vita sedentaria e sempre per 12 settimane. Al termine dei 3 mesi previsti, si è scoperto che l’ormone irisina circola nel già sangue, ma a bassissime quantità; mentre aumenta con il praticare dello sport.

Negli individui sedentari, la concentrazione dell’irsina nel sangue era di 3,6 nanogrammi per ml mentre, nelle persone che avevano praticato regolarmente attività sportiva, la concentrazione era di 4,3 nanogrammi per ml. La quantità potrebbe essere considerata molto bassa, ma è paragonabile a quelle di altri ormoni importanti come l’insulina e a ragione si può dichiarare che l’ormone venga regolato dell’attività fisica, così che più sport si pratica, più irisina verrà prodotta.

La nuova ricerca e i relativi risultati (se confermati) porteranno a nuovi studi e prodotti farmacologici contro malattie del metabolismo, ma anche trattamenti per perdere peso in maniera più efficace.

Il succo di limone è efficace per purificare il fegato?

Ci sono una varietà di tossine che si accumulano nel corpo e che possono causare malattie piuttosto pericolose. Disintossicare l’organismo in maniera regolare è una pratica estremamente importante. Il succo di limone è da sempre raccomandato come un eccellente agente disintossicante, aiuta a purificare il corpo da tutte le tossine che potrebbero causare problemi di salute. L’ utilizzo di limone per purificare il fegato è una pratica ampiamente raccomandata poiché il fegato è l’organo che ha il compito di purificare il sangue e, a sua volta ha bisogno di essere “ripulito” da tutte le tossine che possono provocarne un danno. Un altro importante alleato della nostra salute è l’olio d’oliva, il quale, non solo aiuta a eliminare le tossine, ma è anche molto utile per proteggere l’apparato digerente che è il più suscettibile alle infezioni causate da tossine.

Il cardo mariano è un aiuto nella disintossicazione del fegato?

Il cardo mariano è un integratore noto per la sua efficacia nel disintossicare il fegato. Esso contiene una sostanza conosciuta come silimarina che consiste di un mix di tre flavonoidi che aiutano nella riparazione del fegato. Ha anche proprietà antiossidanti e, quindi, aiuta a limitare l’infiammazione. Il cardo mariano è disponibile sotto forma di capsule che contengono la tintura o l’erba secca. Gli individui che consumano troppo alcool o coloro che non seguono una dieta corretta potrebbero trovare sicuramente vantaggi nell’utilizzo del cardo mariano per la disintossicazione del fegato. Il supplemento aiuta a proteggere le cellule del fegato e a prevenire ulteriori danni. Il fegato è rafforzato in modo che possa funzionare correttamente e quindi filtrare le tossine. Per poter utilizzare il cardo mariano per depurare il fegato, è importante assicurarsi che anche la dieta che si sta seguendo sia corretta ed equilibrata. La dieta quotidiana deve comprendere frutta e verdura. In alcune persone possono verificarsi effetti collaterali come nausea e diarrea dopo l’assunzione del cardo mariano. Per evitare tali sintomi, è consigliabile bere molta acqua in modo che le tossine vengano eliminate dal corpo.

Quali sono i cibi da mangiare che agiscono nella disintossicazione del fegato?

Alcuni degli migliori alimenti per la disintossicazione del fegato includono l’aglio, il pompelmo, le carote, le barbabietole, le verdure a foglia verde, l’ avocado, il tè verde, i cereali integrali e i cavoli. Anche piccole quantità di aglio inclusi nella dieta quotidiana hanno la possibilità di attivare gli enzimi nel fegato che possono contribuire ad eliminare le tossine dal corpo. L’aglio contiene dei composti come il selenio e l’allicina efficaci per la depurazione del fegato. Sarebbe una buona abitudine includere cibi come carote e barbabietole nella propria dieta, in quanto aiutano nella disintossicazione del fegato poiché contengono betacarotene e flavonoidi che aiutano nel migliorare la funzione epatica globale. Il tè verde contiene anche importanti antiossidanti che apportano un beneficio nel funzionamento complessivo del fegato e lo aiutano ad eliminare le tossine nocive. Il pompelmo è un altro degli alimenti per la naturale  disintossicazione del fegato. Un bicchiere di succo di pompelmo fresco dovrebbe essere consumato regolarmente per aiutare il fegato nell’eliminazione delle tossine e delle sostanze cancerogene. Allo stesso modo dovrebbero essere consumati regolarmente anche le  verdure a foglia verde come spinaci verdi, radicchio e senape, cavoletti di Bruxelles, asparagi e cavolo.

Gli alimenti che agiscono depurando il fegato

Il fegato è un organo che può sopportare un sacco di abusi dall’inquinamento quotidiano, tossine, sostanze nutritive in eccesso, l’abuso di alcool, stimolanti, farmaci e prodotti chimici.

Il fegato è uno dei più grandi organi del corpo (a parte la pelle) ed ha un enorme quantità di sangue che scorre al suo interno. Esso agisce come un filtro nel purificare il sangue e svolge anche diverse altre funzioni vitali, come: lo stoccaggio di glucosio sotto forma di glicogeno, la produzione della bile, la conservazione delle vitamine liposolubili, la disintossicazione dalle tossine nocive e dalle sostanze chimiche.

Una dieta equilibrata con sostanze nutritive adeguate aiuta il fegato nel suo lavoro di “pulizia” dell’organismo.

Qui di seguito troverete elencate alcune dei migliori cibi da mangiare per aiutare il fegato nel suo compito.

  • Per eliminare le tossine dal corpo adottiamo una dieta ricca in fibre e povera di grassi. La fibra non digerita rimane nell’intestino e si lega con la bile nel colon e aiutando a eliminare il grasso e le tossine solubili dal corpo.
  • Beviamo molta acqua durante il giorno pre restare ben idratati. Aumentiamo del consumo di liquidi sotto forma di verdure fresche e succhi di frutta senza zucchero per aiutare nel processo di pulizia.
  • Variamo i cibi nella nostra dieta. Promuoviamo i cibi ricchi di antiossidanti (vitamine come la vitamina A, C ed E, selenio), calcio, vitamina B (vitamina B6, B12, acido folico, colina e betaina) i quali coadiuvano il fegato a svolgere il suo lavoro e lo proteggono da eventuali danni. Per ottenere questi nutrienti nella dieta dobbiamo mangiare più frutta e verdura fresca e cereali non raffinati, legumi, frutta e verdura come la papaia, gli spinaci, i peperoni verdi, i kiwi, gli agrumi, gli asparagi, le mandorle, i pomodori, le noci, l’avocado, le verdure a foglia verde, i broccoli, le cipolle, l’ aglio, il pesce, i cavolfiori, la lattuga, le lenticchie e i fagioli.

 



 

Il fegato non è solo uno degli organi più importanti nel nostro corpo, ma è anche uno degli organi più  stressati. E il componente principale del processo di disintossicazione del corpo, in quanto elimina le sostanze nocive e le impurità dal flusso sanguigno. Pertanto, è importante mantenere il fegato sano in ogni momento. Alcune persone usano integratori e pillole per purificare il fegato ed i loro sistemi interni. Tuttavia la maggior parte di noi evita di prendere integratori, soprattutto a causa della paura di effetti collaterali.
Fortunatamente, ci sono un paio di cibi che coadiuvano la “pulizia” del fegato e che è possibile utilizzare che sono sicuri ed efficaci. È anche possibile costituire delle…potremmo chiamarle…” bevande per pulizia del fegato “.

Oggi è molto facile condurre uno stile di vita frenetico, che ci porta ad un enorme quantità di stress o a seguire una dieta inadeguata che diventa, quasi sempre, anche una volta che si è a casa, il nostro modo di mangiare. E’ questo che a lungo andare comporta un rischio molto più elevato di essere colpiti in futuro da malattie del fegato e problemi ad esso correlati. Alcune delle condizioni che potrebbero influenzare un fegato indebolito includono il cancro, la cirrosi e via dicendo.

Ci sono stati diversi casi, di persone che soffrono di problemi al fegato, soprattutto a causa di fattori ereditari. Questo è il motivo per cui  i massimi esperti di salute consigliano di consumare regolarmente cibi naturali che inducono una depurazione del fegato, non solo per mantenere il fegato in buona salute, ma anche per garantire nel complesso la salute del corpo, per un periodo di tempo più lungo possibile. La lista dei cibi che depurano il fegato cibi si compone di verdura, frutta, erbe e alcune bevande.

Alcune delle importanti sostanze nutritive necessarie per mantenere il fegato sano comprendono selenio, beta carotene, vitamine e sali minerali.

I 10 cibi che depurano il fegato

Ci sono molti prodotti alimentari, che possono contribuire a ridurre i rischi di problemi legati al fegato, mediante la sua depurazione che aiuta a mantenerlo in forma. La top ten dei migliori cibi che coadiuvano la depurazione del fegato include:

  • Le mele: hanno un elevato contenuto di pectina e aiutano a liberare molte delle tossine che si sono accumulate nel tratto digestivo.
  • Avocado: aiuta l’organismo a produrre glutatione, che permette al fegato di eliminare le sostanze nocive presenti.
  • Barbabietola: aiuta a stimolare alcuni enzimi epatici e a migliorarne il funzionamento. Possiede anche un alto contenuto di betacarotene e flavonoidi vegetali.
  • Le carote: sono ricche di betacarotene e flavonoidi, che migliorano la salute generale e il funzionamento del fegato.
  • Verdure che appartengono alla classe delle crucifere, come broccoli, cavoli e cavolini di Bruxelles sono eccellenti per la buona salute del fegato, hanno la capacità di scovare le sostanze cancerogene nel corpo, riducendo così il rischio di cancro al fegato.
  • Aglio, solo una piccola quantità di esso aiuta ad attivare alcuni enzimi nel fegato, che purificano il corpo dalle tossine.
  • Pompelmo: è ricco di antiossidanti e vitamina C e quindi, aumenta il processo di purificazione naturale del fegato.
  • Verdure a foglia verde: sono note per migliorare la salute in molti modi e questo include anche attraverso il fegato. Tuttavia, è importante garantire che essi siano consumati crudi o poco cotti, ma con un filo di olio a crudo.
  • Lime: contiene una quantità molto elevata di vitamina C, potente antiossidante.
  • Le noci: sono ricche di aminoacidi come l’arginina, che aiuta il fegato per sbarazzarsi dell’ ammoniaca.

L’importanza dell’acqua non deve mai essere trascurata in qualsiasi dieta, anche nel caso di una dieta depurativa. Uno dei primi passi da fare per la salute del fegato è quello di assicurarsi di bere almeno 8-12 bicchieri di acqua ogni giorno. Altre bevande come il succo di pompelmo senza zucchero e succo di lime o il tè verde possono anche essere molto efficaci.

Alimenti da evitare per pulizia del fegato

Proprio come alcuni alimenti aiutano a migliorare la salute del fegato, ce ne sono alcuni che possono avere un effetto negativo su di esso. Quindi, ci sono anche alcuni “nemici” del fegato che si dovrebbero tenere a mente quando sono si segue una dieta purificante. Della lista dei cibi da evitare ne fanno parte quelli ad alto contenuto di sale, colesterolo, grassi, zuccheri e quelli ipercalorici. Quindi, nel caso in cui stiate seguendo una dieta disintossicante, assicuratevi di limitare o meglio ancora eliminare i seguenti alimenti dalla vostra dieta.

  • Bevande gassate
  • Alcool
  • Caffeina
  • Gli alimenti che contengono una elevata quantità di conservanti o additivi
  • Alimenti fritti
  • Cibi preconfezionati
  • Alimentari trasformati
  • Sale e alimenti ad alto contenuto di sodio
  • La carne rossa e carne in scatola
  • Zucchero o dolcificanti artificiali

 

 


Le vacanze sono un momento in cui la maggioranza delle persone dedica il suo tempo  ad assaggiare dolci, accumulando calorie che non avrà modo di smaltire. Si possono perdere quei chili di troppo? Sì, con l’aiuto dei cibi brucia grassi si può perdere qualche caloria! Questi alimenti aiutano a bruciare i grassi in eccesso e possono essere aggiunti alla dieta quotidiana. Andiamoli a conoscere:

  • Agrumi – Cercate di includere gli agrumi nella vostra colazione poiché forniscono energia immediata al corpo e sono in grado di far aumentare il vostro metabolismo. Sono inoltre ricchi di vitamina C che è nota svolgere un ruolo importante nel metabolismo dei grassi. Dal momento che questi frutti hanno anche un buon gusto, renderanno la vostra prima colazione più piacevole.
  • Pepe di cayenna – Il cibo piccante aiuta a regolare la secrezione di insulina, aumenta il metabolismo e riduce i livelli di glucosio nel sangue.
  • Avena – Una gran parte del profilo calorico dell’ avena è costituito da fibre insolubili. La fibra porta ad una sensazione di sazietà e previene i morsi della fame. Inoltre non contiene grassi. Oltre all’avena, ci sono molti altri cibi ricchi di fibre che aiutano nella digestione dei cibi grassi tra cui ricordiamo i cereali e l’uva passa.
  • Lenticchie – Lenticchie ed in generale i legumi  sono ricchi di nutrienti. Contengono poche calorie e sono ricchi di proteine ​​e sali  minerali. Le lenticchie sono un cibo poco costoso e può essere utilizzato in una varietà di piatti come brodi e zuppe. Le lenticchie sono una importante fonte di fibra e aiutano a ridurre i livelli di colesterolo ‘cattivo’ nel corpo. Apportano quindi benefici per la salute del cuore.
  • Salmone – Una grande fonte di acidi grassi essenziali e proteine, il salmone è un alimento ideale per il pranzo o la cena.
  • Verdure – La maggior parte delle verdure sono a basso contenuto di calorie e quindi un buono strumento per la perdita di peso. Forniscono inoltre importanti vitamine e sali minerali. Si consiglia, quindi, di optare per verdure come broccoli, cavoli, carote, piselli e carciofi. Le verdure non contengono grassi e contengono una piccola quantità di carboidrati. Il modo più sano per cuocerle è con l’utilizzo del vapore.
  • Mandorle – Le mandorle sono un’ottima merenda piena di grassi sani e fibre. Studi hanno dimostrato che una bassa assunzione di grassi sani può portare ad maggiore aumento di peso. Questi grassi sono necessari dal momento che costituiscono la struttura delle cellule del corpo.
  • Cannella – Aggiungete mezzo cucchiaino di cannella al vostro tè o in un bicchiere di acqua alla fine di un pranzo per ridurre i livelli di zucchero nel sangue. Quando i livelli di zucchero nel sangue sono in equilibrio, non vi è la secrezione di insulina e questo permette al corpo di bruciare i grassi, invece di accumularli. La cannella ha un sapore meravigliosamente dolce e quindi può essere utilizzata per sostituire lo zucchero.
  • Acqua – L’acqua in realtà non conta come alimento, ma deve essere menzionata perché è importantissima per il corretto funzionamento del corpo. Un adeguato apporto di acqua aiuta a migliorare il metabolismo del corpo e aiuta così a bruciare i grassi.