L’INFLUENZA DELLA QUANTITA’ DI CIBO DELLE PORZIONI SULL’INTROITO ENERGETICO.

L’incremento dell’obesità sembra coincidere con un aumento della misura delle porzioni degli alimenti, dentro e fuori casa, suggerendo che le porzioni più grandi potrebbero giocare un ruolo importante nell’epidemia dell’obesità. Sebbene potrebbe essere difficoltoso stabilire un collegamento tra l’aumento della misura delle porzioni e l’obesità, i dati emersi da numerosi studi indicano che la misura delle porzioni influenza l’introito di energia. Molti studi basati su dati sperimentali hanno dimostrato che fornendo a bambini e adulti, porzioni di cibo abbondanti può portare ad un significativo aumento dell’introito energetico. Questo effetto è stato dimostrato per gli snacks ed una grande varietà di pasti singoli ed è stato visto persistere oltre un lasso di tempo di due giorni. Nonostante gli incrementi di cibo introdotto nella dieta, generalmente gli individui che si servivano di porzioni più abbondanti, non dimostravano di sentirsi appagati nel loro appetito, suggerendo che il senso di fame e di sazietà veniva ignorato. Una strategia per eliminare l’effetto negativo della quantità nella porzione di cibo, è quella di abbassare la densità energetica (Kcal per grammo di sostanza) dei cibi. Molti studi hanno dimostrato che mangiando del cibo a bassa densità energetica (come frutta, verdura o minestroni), si mantiene il senso di sazietà e contemporaneamente si riduce l’introito di energia. In studi clinici, nei quali ai pazienti si consigliava di mangiare porzioni di cibi a bassa densità energetica, si è ottenuto maggior successo nella perdita di peso rispetto alla strategia che prevedeva una riduzione dell’introito di grassi accoppiata ad una diminuzione della quantità di cibo nelle porzioni. Mangiare porzioni soddisfacenti di cibo a bassa densità energetica può aiutare ad aumentare il senso di sazietà e a controllare il senso di fame ed inoltre diminuisce l’introito energetico, il che aiuta a tener sotto controllo il proprio peso.

Poiché la percentuale di persone obese continua a crescere, è importante capire come le proprietà del cibo, come la misura delle porzioni e la densità energetica, influenzino l’introito energetico e l’andamento ponderale. L’abbondanza di grandi porzioni di cibo altamente energetico, nel modo di mangiare di oggi, sembra annullare i meccanismi della sazietà così che gli individui tendono a consumare più energia di quanta gli viene richiesta per i propri bisogni fisiologici. Servirebbero approcci su diversi fronti affinchè si possa modificare il modo di mangiare. I fornitori di cibo potrebbero aiutare le persone a moderare il proprio consumo offrendo cibo in una varietà di diverse porzioni che siano ridotte nella densità energetica e che siano economiche. Porzioni abbondanti di cibi a bassa densità energetica, come frutta e verdura, non sono solo accettabili ma dovrebbero essere incoraggiate, quindi delle campagne informative che promuovano questo genere di cibi, potrebbero essere una strategia efficace a contrastare l’utilizzo di grandi porzioni di cibi altamente calorici.

 

Leave a Comment