PREVENZIONE DEL SOVRAPPESO E DELL’OBESITA’: L’APPROCCIO SPAGNOLO

Oggigiorno, nella maggior parte dei paesi sviluppati, l’obesità è considerata una tra le maggiori questioni in campo di salute pubblica.

Ma cosa intendiamo con il termine obesità? Con questo termine si intende una malattia cronica di origine multifattoriale, dovuta cioè a più fattori interagenti l’un l’altro. Nel suo sviluppo sono coinvolti sia fattori genetici che ambientali. Questa patologia si manifesta con un’alterazione della composizione corporea con un aumento della massa grassa. Nella maggiorparte dei casi l’aumento dei depositi di tessuto adiposo si accompagna ad un aumento del peso corporeo e ad un incremento considerevole del rischio di esprimere patologie “obesità-correlate” che influenzano la qualità e le aspettative di vita.

Detto ciò, vediamo come i nostri amici Spagnoli hanno affrontato il problema. Per determinare quale fascia della popolazione fosse maggiormente colpita da questa patologia hanno sfruttato le misurazioni individuali di peso ed altezza su campioni casuali di popolazione. Analizzati i dati si è concluso che la fascia di popolazione maggiormente colpita è quella che va dai 25 ai 60 anni di età con una correlazione età-dipendente. Inoltre si è visto che le donne dai 45 anni in su con un livello di educazione più basso sono il sottogruppo che mostra la più alta prevalenza di obesità.

Lo stesso studio è stato esteso anche ai giovanissimi prendendo in considerazione la fascia di età che va dai 2 ai 24 anni. Analizzando i dati raccolti in termini di Indice di Massa Corporea si è potuto constatare che nei più giovani la patologia colpisce soprattutto i maschi rispetto alle femmine. Inoltre, tra i ragazzi l’intervallo di età maggiormente interessato al problema è quello che va dai 6 ai 13 anni. Nei più giovani le cause alla base del sovrappeso e dell’obesità sembrano essere l’assenza dell’allattamento al seno, il basso consumo di frutta e di verdura, l’alto consumo di torte e prodotti da forno e la scarsa attività fisica.

Detto ciò quali strategie sono state attuate dal Governo Spagnolo per cercare di prevenire il problema del sovrappeso e quindi dell’obesità? Nel 2005 il Ministero Spagnolo della Salute insieme all’Agenzia Spagnola della Sicurezza Alimentare e della Nutrizione ha incoraggiato lo sviluppo della strategia NAOS, un Piano Nazionale di Azione per la Nutrizione, Attività Fisica e Prevenzione dell’Obesità volta ai ragazzi in età scolare dove si sottolinea l’importanza della famiglia e della scuola nella prevenzione dell’obesità.

 

 

Leave a Comment